Corso interdisciplinare dedicato alla nuova era digitale

L’ISSR Mater Ecclesiae, fin dalle sue origini, si sforza di mantenere vivo il dialogo con i tempi e aperto al confronto, secondo la sensibilità che contraddistingue il carisma domenicano. Davanti ai cambiamenti epocali, la Gaudium et Spes, da una parte, incoraggia i credenti a non spaventarsi, ricordando, invece, che «il popolo di Dio […] cerca di discernere negli avvenimenti, nelle richieste e nelle aspirazioni, cui prende parte insieme con gli altri uomini del nostro tempo, quali siano i veri segni della presenza o del disegno di Dio » (n° 11); dall’altra, rivolge l’invito ad «ascoltare attentamente, discernere e interpretare i vari linguaggi del nostro tempo, e saperli giudicare alla luce della parola di Dio, perché la verità rivelata sia capita sempre più a fondo, sia meglio compresa e possa venir presentata in forma più adatta» (n° 44). I segni dei tempi devono essere valutati nella loro corretta portata servendosi tanto delle scienze umane ad essi collegate, quanto della luce che promana dal Vangelo e dall’esperienza della comunità ecclesiale. Ciò allo scopo di proporre un giudizio sul presente che contribuisca al progresso sulle vie della salvezza.

Ai nostri giorni si parla molto di “Internet delle Cose”, smart city, Intelligenza Artificiale, transumanismo o disoccupazione digitale; qual è il significato di questi termini? quali concetti e quali filosofie si celano dietro di essi? quali opportunità e sfide essi comportano?

Per rispondere a queste domande, l’Istituto propone per l’anno accademico 2017-18 un Corso interdisciplinare dedicato alla nuova era digitale.

Il Corso, con un approccio interdisciplinare, vuole mettere in atto un’esplorazione a tutto campo dei saperi e degli aspetti propri della cultura digitale: da quelli storici a quelli economici, da quelli teologici e quelli antropologici. Il percorso di studio si articola in due linee di analisi:

  1. a) concetti e teorie della cultura digitale
  2. b) lettura cristiana e domenicana della cultura digitale

Le due aree offrono agli studenti gli strumenti necessari per comprendere le dinamiche e le relazioni tipiche dell’era digitale, per individuare le influenze del digitale e per orientarsi rispetto ad esse.

Il Corso, la cui direzione è affidata al prof. Edoardo Mattei, che ha già collaborato ad altri momenti formativi dell’Istituto, assegna 3 ECTS e prevede 12 lezioni di due ore, alle quali seguirà una prova finale. Gli argomenti previsti, dopo l’introduzione del corso, in cui saranno definite le caratteristiche dell’era digitale, sono: filosofia, antropologia, economia, robotica, pedagogia, teologia, famiglia, esegesi, pastorale e vita ecclesiale. Le lezioni del Corso saranno tenuti da esperti e corredate da dispense e bibliografie.

La prova finale per il conseguimento degli ECTS prevede la presentazione di un elaborato su un tema scelto dallo studente tra quelli trattati nel Corso.

La partecipazione al Corso è aperta anche a Studenti non iscritti all’Istituto; in qualità di Uditori o Ospiti, alle condizioni stabilite dalla Pontificia Università San Tommaso (PUST) (Angelicum), essi potranno scegliere di seguire tutte le lezioni o solo una parte di esse; oppure di sostenere l’esame finale in vista del conseguimento di crediti ECTS. Le indicazioni dettagliate, circa l’iscrizione, sono reperibili nell’Ordine degli Studi 2017-18 della PUST.

Il corso sarà tenuto durante il I semestre dell’anno accademico 2017-18 (ottobre 2017 – gennaio 2018) il venerdì, dalle 17:15 alle 18:45. Per le iscrizioni, rivolgersi alla Segreteria dell’Istituto: matereccl@pust.it

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *